Tag

, , ,

_DSC0040

Ci saluta l’estate con la luna piena
e già perde la prima falce

dalle mura in rovina l’osservo
contemplando cielo e mare

nei riflessi d’argento
mentre l’autunno è li
dietro l’uscio delle stagioni

tiepido il giorno fredda la notte
tra la brezza madida del mare
dove l’incantesimo rapisce il cuor gentile
per condurlo lieve tra le braccia della dea madre

li s’apre e fruttifica il melograno

[alla mia terra, terra di mezzo tra civiltà e culture, alla Terra d’Egnazia – gv]

Annunci